Noemi Gastaldi è l’autrice di “Il tocco degli spiriti antichi” primo volume della trilogia chiamata “Oltre i confini” pubblicato in self e acquistabile su Amazon:

http://www.amazon.it/gp/product/B00AD95U94?keywords=noemi%20gastaldi&qid=1451755800&ref_=sr_1_3&sr=8-3

Di questa autrici recensii in passato “Casamatta” un racconto breve che vi consiglio vivamente. La mia recensioni la trovate qui:

http://www.mariadonata.net/#!blog/cwcx/Tag/blog

Trama:

Lucilla soffre di allucinazioni fin da quando era molto piccola.

Francesca è in grado di viaggiare tra due mondi: la realtà materiale e quella immateriale sono separate da un velo sottile, e lei è capace di squarciare questo velo.

Lucilla e Francesca dovranno vedersela con gli Spiriti Antichi, creature inumane, che vivono esclusivamente per soddisfare la propria perversa natura.

Impressioni personali:

con mio grande rammarico ammetto di aver perso gli appunti che avevo preso durante la lettura del romanzo, se ci penso mi vien da piangere.

Perciò per scrivere questa recensione dovrò fare affidamento sulla mia memoria, che Dio mi aiuti.

Dunque quello che sin da subito ho amato dello stile di questa autrici, è la sua capacità di descrivere in modo minuzioso ogni singola scena, senza però risultare noiosa o ridondante come spesso capita.

Questa qualità c’è in Casamatta tanto quanto in questo libro poiché Noemi Gastaldi riesce a penetrarti la mente con i suoi scritti rendendo alcune scene indimenticabili. Forse ciò è dipeso dalle emozioni che ti trasmette, sensazioni forti che si annidano nella memoria e difficilmente lasciano spazio ad altro.

Il difetto se così vogliamo chiamarlo di questa autrice è che i suoi scritti sono “particolari” sono storie non tradizionali, perciò o le si amano o le si odiano, non può esserci via di mezzo. Non tanto per la trama, una storia originale sarà sempre ben accettata dal pubblico, ma per i personaggio che l’autrice ci propone.

Sono protagoniste con forti disturbi della psiche e sebbene i loro squilibri vengano trattati in modo impeccabile, c’è a chi questa scelta potrebbe far storcere il naso.

Tutto dipende dal tipo di lettura che si cerca, o che si ama.

Di certo i scritti di Noemi Gastaldi hanno bisogno di maturare nel cuore di chi li legge, fu cosi per me con Casamatta, impiegai settimane per capire se ho amato o no quel racconto e a distanza di mesi posso dire di SI. È una storia incredibilmente bella proprio per la sua peculiarità e sono sicura che “Il tocco degli spiriti antichi” non fa eccezioni.

 

 

Recensione a cura di Maria Donata Tranquilli

 

Annunci