Di solito non mi occupo di recensire film, ma questa recensione mi è stata chiesta su facebook da alcuni followers e quindi eccomi qui a parlavi di Suicide Squad. Film sul quale stanno uscendo un sacco di critiche negative, alcune delle quali trovo forzate e scritte solo per danneggiarlo. Ma del resto si sa che oggi giorno le recensioni si comprano e si vendono come fossero caramelle al supermercato.

index

La trama

Penso che la conosciate tutti comunque ve la incollo qui:

Mettete insieme un team dei più pericolosi Super Cattivi che possiate trovare nelle carceri del mondo, dategli il più fornito arsenale a disposizione del governo e mandateli in missione per sconfiggere un’entità insuperabile ed enigmatica. L’ufficiale dell’intelligence degli U.S.A., Amanda Waller ha convocato in gran segreto un gruppo di individui disperati e deprecabili che non ha niente da perdere. Ad ogni modo, dopo aver fallito inevitabilmente la missione ed essersi resi conto di non essere stati scelti per avere successo quanto per la loro colpevolezza riconosciuta, pensate che la SUICIDE SQUAD risolverà la questione tentando ma rischiando la morte oppure deciderà di dividersi e andare ognuno per la sua strada?

Niente spoiler

Durante la visione del film che per chi se lo stesse chiedendo: Si l’ho visto ieri 7 agosto 2016 in lingua originale . Non mi sono mai annoiata perché Suicide Squad è molto avventuroso e dinamico. Ha una sua vena ironica che non sfocia mai nel trash. Avete presente il nuovo Ghostbusters? Tutte quelle battute divertenti ma essenzialmente ridicole? Beh qui non ci sono. È vero che la trama è semplice ma essendo un film tratto da un fumento non capisco cosa ci dovrebbe aspettare. Personalmente se avesse avuto una trama troppo contorta (se pur bella) l’avrei trovata fuori contesto. Come fu per: Il cavaliere oscuro che è un GRAN bel film con un bravissimo Ledger nei panni di Joker però guardandolo non mi dava l’impressione di essere una storia su Batman.  (Mia opinione personale dunque opinabile)

Entriamo meglio nello specifico per quanto il non dover fare spoiler me lo permetta. Dunque di Suicide Squad hanno criticato maggiormente l’introduzione dei personaggi e la conclusione.

Parto dall’introduzione dei personaggi. Considerate che: 1) L’ho visto in inglese 2) Non ho mai letto un fumetto su Suicide Squad. direi che non ho avuto problemi ad imparare a conoscere le storie dei singoli personaggi. Certo vengono introdotti brevemente ma mi sembra anche ovvio che lo sia. Il regista non poteva dedicare ad ognuno di loro più di 10/15 minuti. Il rischio era di avere un film solo sulla loro storia personale o in alternativa un film di quattro ore che avrebbe finito con l’annoiare.

Hanno anche criticato il fatto che Harley Quinn e Dreadshot sono i due pilatri della squadra. Onestamente ho trovato giusto che all’interno del team ci fosse un soggetto (in questo caso due) con il quale lo spettatore possa entrare in empatia.

La conclusione: a differenza delle critiche non l’ho trovata né banale né sbrigativa. Dicono che sia troppo fantasy. Bah! Onestamente credo che sia in linea con la trama.

Qualche pecca c’è: i cattivi alla fine sembrano delle pedine nelle mani del governo. Li avrei voluti un po’ più cazzuti per quanto riguarda alcune scelte che hanno fatto verso la fine del film (mi fermo qui perché vi ho promesso di non fare  spoiler). Il fatto che, per come è impostata la trama, si ha l’impressione che i ruoli tra bene e male siano invertiti è vero (ma questo non deve per forza essere una brutta cosa).

FEWFIF-1

Il Joker dove lo metto??

La storia tra Joker e Harley non ha niente a che vedere con la trama del film, infatti l’una poteva benissimo esistere senza l’altra e questo mi ha lasciato un po’ perplessa, ma non delusa perché credo di aver compreso la loro scelta.  Se hanno deciso di inserirla all’interno del film è per dare un po’ di pepe alla trama centrale che da sola avrebbe annoiato. Parliamoci chiaro guardi il film chiedendoti se Joker riuscirà a riprendersi Harley Quinn. Ecco perché secondo me sarebbe stato più interessante se il fulcro del film fosse proprio l’ossessione di Joker per Harley e la sua ricerca disperata di riaverla con se.

Però questo è un mio pensiero personale motivato magari dalla mia stima incondizionata che provo nei confronti di Jared Leto. Lo ammetto lo avrei voluto vedere di più in questi nuovi panni e non solo perché lui è sempre un bel vedere, ma per riuscire ad inquadrare meglio questo nuovo Joker che da come si capiva già dal trailer è molto diverso da quello mostratoci da Ledger – pericoloso e manipolatore – e si avvicina molto di più a quello di Nicholson – Pazzo – ma nell’insieme risoluto e determinato a riprendersi ciò che gli appartiene.

Nel complessivo lo reputo un buon film d’intrattenimento perché alle fine è di questo che si tratta, un movie da guardare con la famiglia, o da soli, una storia per divagarsi dalla realtà quotidiana. Se invece siete dell’idea che questi siano i film che dovrebbero fare la storia del cinema allora Suicide Squad vi deluderà, ma non per colpa del regista o della sceneggiatura ma perché avete dato un importanza eccessiva ad un film ispirato ad un fumetto.

 

Salva

Salva

Advertisements