Questa settimana la protagonista di #volaconme è Federica Leva, autrice di

“UN PRINCIPE DA (ODIARE) AMARE”

received_10210241050732057

PRESENTAZIONE DEL LIBRO:

La storia è nata dalla mia penna e da quella di Anna Grieco, coautrice del romanzo. E quando dico penna, non uso una forma astratta, perché Anna scrive davvero a mano, durante la prima stesura, mentre io scribacchio qualcosa quando prendo appunti.
La trama è semplice e ariosa, pensata per una lettura d’evasione. È la prima volta che mi dedico a un romance e mi sono divertita a scriverlo. Spero che anche le lettrici si divertano a leggerlo, distese sul divano o sulla spiaggia.
Di che cosa tratta, il romanzo? Kathryn, abbandonata dal fidanzato prima del matrimonio, parte ugualmente per il viaggio di nozze, dove incontra un principe arabo, con cui vive una storia passionale. All’improvviso, però, fugge. Lui cerca un pretesto per rivederla e per chiederle spiegazioni, ma lei non può parlare. Perché ha avuto un figlio da lui, e se il motivo per cui è scappata è reale, teme di perderlo.
Lui non si arrende, nemmeno quando entrano in gioco la sua fidanzata e l’avvenente sceriffo della città… E qui mi fermo, per non dire troppo.


SINOSSI:

Lasciata dal fidanzato a poche settimane dal matrimonio, Kathryn parte ugualmente per quello che avrebbe dovuto essere il suo viaggio di nozze, in Marocco. Pessima idea, visto che tutte quelle coppiette felici non fanno altro che ricordarle quello che ha perduto. Fino a quando non incontra il principe Hassan. Basta una sola occhiata per infiammarla di passione, ma lei non vuole cedere all’istinto, temendo di soffrire di nuovo. Peccato che Hassan non la pensi allo stesso modo e, incapace di resisterle, la fa rapire dai suoi uomini. A quel punto Kathryn non può fare altro che arrendersi. Sembrerebbe l’inizio di una bella favola d’amore, ma un giorno Kathryn fa una brutta scoperta e il suo mondo crolla. Di nuovo. Fugge in America, augurandosi di dimenticare, ma non le sarà possibile, perché aspetta un bambino. Il figlio di Hassan.
Il destino farà rincontrare i due amanti nove anni dopo. Hassan pretende spiegazioni, ma Kat ricorre a uno stratagemma per tenere lontano il suo principe del deserto, che non ha mai dimenticato ma che crede perduto per sempre.
Tra incomprensioni, desideri e triangoli amorosi, una storia d’amore passionale che vi resterà nel cuore.


ESTRATTO
“A quel ricordo, il cuore le batté più forte. Era stato là che avevano concepito Kaden, sotto i palmeti, mentre le prime stelle si affacciavano nel blu cobalto della sera. Quella volta, Hassan l’aveva fatta sua fino a stordirla e lei aveva gridato cinque volte di piacere, incurante che qualcuno la potesse sentire. Lui aveva goduto una volta sola, ancheggiando contro lei come se non avesse più voluto separarsi dal suo corpo. Quando si era ripreso aveva ansimato, al suo orecchio: «Giura che sarà così per tutta la vita. Non voglio altre che te, mia piccola dea di fuoco. Giura!» E lei, travolta dagli orgasmi e dall’amore, aveva giurato. In quel momento aveva davvero creduto d’aver raccolto la felicità fra le mani. E lui? Possibile che le avesse mentito, mentre la succhiava, là dove era più calda, giurandole rapito che era la più bella fra le belle e che avrebbe immolato la propria vita alla sua gioia?”


CHI LO HA LETTO HA DETTO…

1) Molto piacevole, pregno di emozioni e sentimenti, e ben scritto. L’ho letto d’un fiato. Essendo passionale, ho adorato la parte in cui Kat aggredisce Adila e ho esultato nella scena successiva, quando Hassan pensa a Kat mentre Adila si da da fare. Chi ha letto il romanzo sa a che cosa mi sto riferendo. E poi mi sono commossa quando il bambino è stato male… anche qui, mi può capire solo chi ha letto il libro.
Il colore di questa storia è sicuramente un bel rosa caldo, con qualche sfumatura rossa, ed è adatto anche a lettrici di giovane età.
Consigliato a chi ama l’amore e vuole sognare.

2) Ho divorato il romanzo in poche ore. Pur conoscendo lo stile di entrambe le autrici e riconoscendo i diversi passaggi, ho apprezzato l’uniformità che sono riuscite a creare. La narrazione è scorrevole, grammaticalmente corretta, e riesce a mantenere sempre viva una fiamma di tensione. Le emozioni sono coinvolgenti, pregne di sentimento. Un pizzico di erotismo condisce il tutto senza sfociare in scene troppo spinte, quasi pornografiche, che invece compaiono in altri romanzi. Confesso che ho pianto, in un paio di occasioni.
L’ho trovata una buona lettura e la consiglio a tutte le amanti del genere.


LINK PER l’ACQUISTO: https://www.amazon.it/Un-principe-da-odiare-amare-ebook/dp/B01H94D13M/ref=sr_1_2?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1466328412&sr=1-2

BLOG AUTORE: http://federicaleva.altervista.org/

PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/FedericaLevaScrittrice/


Rubrica ideata da Eleonora Panzeri


Se vuoi partecipare anche tu alla rubrica, visita la sezione #volaconme del blog di Eleonora Panzeri.

Annunci